Trading con Price action – Come attuarla in modo profittevole [GUIDA]

0
Strategia di trading Price action

L’ azione del prezzo (Price action) è un metodo di negoziazione basata sull’analisi dei movimenti di base del prezzo, per generare segnali di entrata e uscita negli scambi e che si distingue per la sua affidabilità e per l’assenza indicatori. È una forma di analisi tecnica, poiché ignora i fattori fondamentali di un titolo e guarda principalmente alla cronologia dei prezzi del titolo. Ciò che lo differenzia dalla maggior parte delle forme di analisi tecnica è che il suo obiettivo principale è la relazione tra il prezzo corrente di un titolo e i suoi prezzi passati. Questa storia passata comprende alti e bassi, linee di tendenza e livelli di supporto e resistenza.

Nella sua forma più semplicistica, tenta di descrivere i processi del pensiero umano invocati da operatori esperti e non disciplinati mentre osservano e commerciano.

La Price action è semplicemente il modo in cui i prezzi cambiano – l’azione del prezzo. Viene prontamente usata nei mercati in cui la liquidità e la volatilità dei prezzi sono più elevate. Il trading con la Price Action può essere incluso nell’ambito dell’analisi tecnica ma è trattato qui in un articolo separato perché incorpora l’analisi comportamentale dei partecipanti al mercato – un tipo di analisi la cui copertura accademica non è focalizzata in nessuna area, piuttosto è ampiamente descritta e commentata nella letteratura sul commercio, speculazione, gioco d’azzardo e concorrenza in generale. Comprende gran parte della metodologia utilizzata dai commercianti. Può anche includere facoltativamente l’analisi del volume.

Un trader di Price action osserva le dimensioni, la forma, la posizione, la crescita relative (quando si guarda l’attuale prezzo in tempo reale) e il volume (facoltativo) delle barre su una barra OHLC o un grafico a candele , iniziando semplicemente con una singola trend line, il più delle volte combinato con formazioni grafiche presenti in analisi tecniche più ampie come medie mobili , linee di tendenza o intervalli di negoziazione .L’uso della Price action per la speculazione finanziaria non esclude l’uso simultaneo di altre tecniche di analisi e, d’altra parte, un trader minimalista può contare completamente sull’interpretazione comportamentale per costruire una strategia di trading.

I vari autori che scrivono sulla Price Action, ad esempio Brooks o Duddella danno nomi alle formazioni del diagramma della Price action e ai modelli comportamentali che osservano, che possono o meno essere univoci per quell’autore e conosciuti con altri nomi da altri autori. Questi modelli possono spesso essere descritti solo soggettivamente e la formazione o il modello idealizzati possono in realtà apparire con grandi variazioni.

 

Processo analitico

L’analisi di un operatore di azioni sui prezzi può iniziare con un’analisi tecnica classica, ad esempio i modelli di Edwards e Magee tra cui linee di tendenza , breakout e pull-back, che sono ulteriormente suddivisi e integrati con un’ulteriore analisi barra per barra, a volte compreso il volume. Questa azione sui prezzi osservata fornisce al trader indizi sul comportamento attuale e probabile futuro di altri partecipanti al mercato. Il trader può spiegare perché un particolare modello è predittivo, in termini di tori (acquirenti sul mercato), orsi (venditori), mentalità della folla di altri commercianti, variazione di volume e altri fattori. L’immagine risultante che un trader costruisce non solo cercherà di prevedere la direzione del mercato, ma anche la velocità di movimento, la durata e l’intensità, il tutto basato sulla valutazione e sulla previsione del trader delle azioni e delle reazioni di altri partecipanti al mercato.

I modelli di Price Action si verificano con ogni trend line e il trader osserva che più pattern coincidano o si verifichino in un ordine particolare, creando un set-up che genera un segnale di acquisto o vendita. I singoli trader possono avere preferenze molto diverse per il tipo di configurazione su cui si concentrano nel loro trading. Un trader di Price Action è in grado di dare un nome e una spiegazione razionale al movimento di mercato osservato per ogni singola trend line su un grafico a barre, pubblicando regolarmente tali grafici con descrizioni e spiegazioni che coprono 50 o 100 barre. Questo operatore ammette liberamente che le sue spiegazioni possono essere sbagliate, tuttavia le spiegazioni servono a uno scopo, consentendo al professionista di costruire uno scenario mentale attorno all’attuale “azione dei prezzi” mentre si svolge.

Un trader esperto in Price Action sarà ben addestrato a individuare più barre, modelli, formazioni e configurazioni durante l’osservazione del mercato in tempo reale. Il commerciante avrà un’opinione soggettiva sulla forza di ciascuno di questi e su quanto forte può essere costruito un setup. Una semplice configurazione da sola è raramente sufficiente per segnalare un trade. Dovrebbero esserci diverse barre, schemi, formazioni e configurazioni favorevoli in combinazione, insieme a una chiara assenza di segnali opposti.

A quel punto, quando il trader è soddisfatto del fatto che i segnali di Price Action siano sufficientemente forti, il trader attenderà comunque il punto di ingresso o il punto di uscita appropriati in cui il segnale è considerato “attivato”. Durante il trading in tempo reale, i segnali possono essere osservati frequentemente mentre sono ancora in costruzione e non vengono considerati attivati ​​fino alla chiusura della barra sul grafico alla fine del periodo indicato.

Osservazione comportamentale

Un trader di Price Action generalmente attribuisce grande importanza alla fallibilità umana e alla tendenza degli operatori del mercato a comportarsi come una folla. Ad esempio, un trader che è rialzista rispetto a un determinato titolo potrebbe osservare che questo titolo si sta muovendo in un intervallo da $ 20 a $ 30, ma i trader si aspettano che il titolo salga ad almeno $ 50. Molti trader comprerebbero semplicemente il titolo, ma ogni volta che scende al minimo della sua gamma di trading, si scoraggerebbe e perderebbe fiducia nelle loro previsioni. Un trader di Price Action aspetterebbe fino a quando lo stock raggiungerà $ 31.

In un mercato moderno, il trader verrebbe avvisato prima che il prezzo è sceso a $ 31, ma conoscendo la controintuitività del mercato e avendo raccolto altri segnali si aspetterebbe che si ritirasse da lì, e acquistasse solo quando il pull-back fosse terminato.

I livelli di supporto, resistenza e Fibonacci sono tutte aree importanti in cui il comportamento umano può influire sull’azione dei prezzi. I “livelli psicologici”, come i livelli che terminano in .00, sono una posizione di attivazione dell’ordine molto comune. Diverse strategie usano questi livelli come mezzo per tracciare dove assicurarsi profitti o piazzare uno Stop Loss. Questi livelli sono puramente il risultato del comportamento umano in quanto interpretano tali livelli come importanti.

 

Regola di due tentativi

Un’osservazione chiave degli operatori di Price Action è che il mercato rivisita spesso i livelli dei prezzi in cui si è invertito o consolidato. Se il mercato si inverte a un certo livello, quindi tornando a quel livello, il trader si aspetta che il mercato prosegua oltre il punto di inversione o si inverta nuovamente. Il trader non interviene fino a quando il mercato non ha fatto l’uno o l’altro.

Introdurrà entrate commerciali a maggiore probabilità, una volta superato questo punto e il mercato continuerà o si invertirà nuovamente. Ad esempio, il secondo tentativo da parte degli orsi di forzare il mercato a nuovi minimi rappresenta, se fallisce, un doppio fondo e il punto in cui molti orsi abbandoneranno le loro operazioni ribassiste e inizieranno a comprare, unendo i tori e generando una forte mossa verso l’alto.

Anche a titolo di esempio, dopo un breakout di un range di trading o di una linea di tendenza, il mercato può tornare al livello del breakout e quindi invece di ricongiungersi con il range di trading o il trend, invertirà e continuerà il break. Questo è anche noto come “conferma”.

 

Trade intrappolati

“Operatori intrappolati” è un termine comune di Price Action che si riferisce agli operatori che sono entrati nel mercato con segnali deboli, o prima che i segnali fossero attivati, o senza attendere la conferma e che si ritrovano a perdere posizioni perché il mercato si ribalta contro di loro. Qualsiasi modello di azione sui prezzi utilizzato dai trader per immettere un segnale sul mercato è considerato “fallito” e tale fallimento diventa di per sé un segnale per gli operatori di Price Action, ad esempio breakout fallito, breakline di tendenza fallito, inversione fallita. Si presume che i trader intrappolati saranno costretti ad uscire dal mercato e, se in numero sufficiente, ciò farà sì che il mercato acceleri lontano da loro, offrendo così l’opportunità ai trader più pazienti di beneficiare della propria coercizione. Gli “operatori intrappolati” vengono quindi utilizzati per descrivere gli operatori in una posizione che verrà interrotta se l’azione dei prezzi raggiunge il limite di stop loss. Il termine è strettamente legato all’idea di una “trappola” che Brooks definisce come: “Una voce che si inverte immediatamente nella direzione opposta prima che venga raggiunto l’obiettivo di profitto di uno scalper, intrappolando i trader nella loro nuova posizione, costringendoli alla fine a coprire una perdita.

Poiché molti trader effettuano ordini di stop protettivi per uscire da posizioni errate, tutti gli ordini di stop effettuati da trader intrappolati forniranno la direzione in cui scommettono i trader più pazienti. Dal 2009, l’uso del termine “trapped trader” è cresciuto in popolarità ed è ora un termine generico usato dai trader di Price Action e applicato in diversi mercati: azioni, futures, forex, materie prime, criptovalute, ecc. Tutte le strategie di trapped trader sono essenzialmente variazioni del lavoro pionieristico di Brooks.

 

Definizione di tendenza e intervallo

trend di un prezzo trading

Questo concetto di tendenza è uno dei concetti primari nell’analisi tecnica. Una tendenza è per il neofita  una tendenza al rialzo o al ribasso che può essere descritta semplicemente come un periodo di tempo durante il quale il prezzo è salito o sceso. La definizione è semplice in quanto l’analisi è varia e complessa. L’ipotesi è che la correlazione , ovvero una volta in tendenza, è probabile che il mercato continui in quella direzione.

In un determinato intervallo di tempo, che si tratti di un grafico annuale o di un grafico a 1 minuto, il trader di Price Action controllerà quasi senza eccezioni prima di verificare se il mercato è in rialzo o in ribasso o se è limitato a un intervallo di trading.

Una gamma non è così facile da definire, ma è nella maggior parte dei casi ciò che esiste quando non c’è una tendenza percepibile. È definito dal sua base inferiore e dalla sua base superiore. Un intervallo può anche essere indicato come un canale orizzontale.

 

OHLC bar or candlestick

Breve spiegazione della terminologia di bar e candelieri:

  • Aperto: primo prezzo di una barra (che copre il periodo di tempo dell’intervallo di tempo scelto)
  • Chiuso: l’ultimo prezzo del bar
  • Alto: il prezzo più alto
  • Basso: il prezzo più basso
  • Corpo: la parte del candeliere tra l’apertura e la chiusura
  • Coda (superiore o inferiore): le parti del candelabro non tra l’apertura e la chiusura

Range bar

Una Range bar è una barra senza corpo, ovvero l’apertura e la chiusura sono allo stesso prezzo e pertanto non vi è stata alcuna variazione netta nel periodo di tempo. Questo è anche noto nella terminologia giapponese Candlestick come Doji . Le candele giapponesi mostrano la domanda con maggiore precisione, mentre un trader di Price action potrebbe considerare una barra con un piccolo corpo come una scala. È definito “range bar” perché il prezzo durante il periodo della barra si è spostato tra un piano (il minimo) e un soffitto (il massimo) e si è concluso più o meno da dove è iniziato. Se si espandesse l’intervallo di tempo e si osservasse il movimento dei prezzi durante quella barra, sembrerebbe un intervallo.

 

Trend bar

Ci sono barre di tendenza del toro e barre di tendenza dell’orso – barre con corpi – in cui il mercato ha effettivamente chiuso la barra con un cambiamento netto dall’inizio della barra.

 

Bull trend bar

In una barra di tendenza del toro, il prezzo ha un trend in salita. Per essere più precisi, è possibile che il prezzo si sia spostato su e giù più volte tra il massimo e il minimo nel corso della barra, prima di terminare chiudere in rialzo.

Bear trend bar

La barra di tendenza dell’orso è l’opposto del Bull trend bar, Le barre di tendenza sono spesso indicate in breve come bull bar o bear bar.

With-trend bar

Una barra di tendenza con movimento nella stessa direzione della tendenza del grafico è nota come “con tendenza”, ovvero una barra di tendenza toro in un mercato toro è una barra “con tendenza del toro”. In un mercato al ribasso, una barra di tendenza dell’orso è una barra “trend bear”.

Countertrend bar

Una barra di tendenza nella direzione opposta alla tendenza prevalente è una bolla rialzista o ribassista.

BAB

Ci sono anche quelli che sono conosciuti come BAB – Breakaway Bars – che sono più di due deviazioni standard più grandi della media.

Barra di esaurimento climatico(Climactic exhaustion bar)

Questo è una BAB con tendenza il cui corpo insolitamente grande segnala che in una tendenza al rialzo gli ultimi acquirenti sono entrati nel mercato e quindi se ora ci sono solo venditori, il mercato si invertirà. Il contrario vale per una tendenza dell’orso.

Shaved bar

Una barra rasata è una barra di tendenza che ha tutto il corpo e non ha code. Una barra parzialmente rasata ha una parte superiore rasata (senza coda superiore) o una parte inferiore rasata (senza coda inferiore).

Inside bar (barra interna)

Una “barra interna” è una barra più piccola e compresa nell’intervallo dall’alto al basso della barra precedente, vale a dire che il massimo è inferiore al massimo della barra precedente e che il minimo è superiore al minimo della barra precedente. La sua posizione relativa può essere nella parte superiore, centrale o inferiore della barra precedente.

È possibile che gli alti della barra interna e della barra precedente possano essere gli stessi, allo stesso modo per i minimi. Se sia gli alti che i bassi sono uguali, è più difficile definirlo come una barra interna, ma esistono dei motivi per cui potrebbe essere interpretato in questo modo. Questa imprecisione è tipica quando si cerca di descrivere il carattere sempre fluttuante dei prezzi di mercato.

 

Outside bar (Barra esterna)

outside bar price action trading

Una barra esterna è più grande della barra precedente e la sovrappone totalmente. Il suo massimo è superiore al massimo precedente e il suo minimo è inferiore al minimo precedente.

L’interpretazione di una barra esterna si basa sul concetto che gli operatori di mercato erano indecisi o inattivi sulla barra precedente, ma successivamente nel corso della barra esterna ha dimostrato un nuovo impegno, facendo salire o scendere il prezzo. Ancora una volta la spiegazione può sembrare semplice ma in combinazione con altre azioni sui prezzi, si trasforma in una storia che offre ai trader esperti un “vantaggio” (una possibilità persino migliore di prevedere correttamente la direzione del mercato).

Il contesto in cui appaiono è fondamentale nella loro interpretazione.

Se la chiusura della barra esterna è vicina al centro, ciò la rende simile a una barra del range di trading, perché né i tori né gli orsi, nonostante la loro aggressività, sono stati in grado di dominare.

La barra esterna dopo il prezzo massimo non è in grado di riavviare la tendenza e indica un considerevole ritorno.

Principalmente gli operatori di Price Action eviteranno o ignoreranno le barre esterne, specialmente nel mezzo delle gamme di negoziazione in cui sono considerate insignificanti.

Quando una barra esterna appare in una tendenza forte, piuttosto che fungere da barra di portata, mostra forti tendenze al trend. Ad esempio, una barra esterna dell’orso nella traccia di una tendenza del toro è un buon segnale che la traccia continuerà ulteriormente. Ciò è spiegato dal modo in cui si forma la barra esterna, poiché inizia a costruirsi in tempo reale come una potenziale barra rialzista che si estende sopra la barra precedente, il che incoraggerebbe molti trader a entrare in un commercio rialzista per trarre profitto dalla continuazione della vecchia tendenza. Quando il mercato si inverte e il potenziale per un bull bar scompare, lascia i commercianti rialzisti intrappolati in un cattivo commercio.

Se i commercianti di azione sui prezzi hanno altri motivi per essere ribassisti oltre a questa azione, aspetteranno questa situazione e coglieranno l’opportunità di guadagnare soldi dove i tori intrappolati hanno i loro stop loss posizionati. Se l’inversione nella barra esterna è stata rapida, molti trader ribassisti saranno sorpresi quanto i tori e il risultato fornirà ulteriore impulso al mercato come tutti cercano di vendere dopo la chiusura della barra esterna. Lo stesso tipo di situazione vale anche al contrario per i ritracciamenti delle tendenze dell’orso.

 

modello ioi

Il modello interno – ed esterno – interno, quando si verifica a un livello più alto o più basso, è una configurazione per i breakout di controtendenza. È strettamente correlato al modello ii e, al contrario, è anche simile al ” barb wire” se le barre interne hanno una dimensione del corpo relativamente grande, rendendolo così uno dei modelli di azione dei prezzi più difficili da praticare.

Small bar (Piccola barra)

Come per tutte le formazioni di azione dei prezzi, le piccole barre devono essere visualizzate nel contesto. Un periodo di scambio tranquillo, può apparire con piccole barre, ma saranno prive di significato, tuttavia le piccole barre che si formano dopo un periodo di grandi barre sono molto più aperte all’interpretazione. In generale, i piccoli bar sono una dimostrazione della mancanza di entusiasmo da entrambi i lati del mercato. Una piccola barra può anche rappresentare una pausa nell’attività di acquisto o vendita mentre entrambe le parti aspettano di vedere se le forze di mercato opposte tornano in gioco. In alternativa, le barre di piccole dimensioni possono rappresentare una mancanza di convinzione da parte di coloro che guidano il mercato in una direzione, segnalando quindi un’inversione.

In quanto tale, le piccole barre possono essere interpretate nel senso di cose opposte rispetto ai commercianti avversari, ma le piccole barre vengono prese meno come segnali da sole, piuttosto che come parte di una configurazione più ampia che coinvolge un numero qualsiasi di altre osservazioni sull’azione dei prezzi. Ad esempio, in alcune situazioni una piccola barra può essere interpretata come una pausa, un’opportunità per entrare nella direzione del mercato e in altre situazioni una pausa può essere vista come un segno di debolezza e quindi un indizio che è probabile un’inversione.

Un esempio in cui le piccole barre vengono prese come segnali è una tendenza in cui appaiono in un pull-back . Segnano la fine del pull-back e quindi un’opportunità per entrare in uno scambio con la tendenza.

 

schemi ii e iii

Un ‘ii’ è un modello interno – 2 barre interne consecutive. Un ‘iii’ è 3 di fila. Molto spesso si tratta di piccole barre.

schemi ii e iii price action trading

Una formazione iii – 3 barre interne consecutive.

I commercianti di Price Action che non sono sicuri della direzione del mercato ma sicuri di ulteriori movimenti – un’opinione derivata da altre azioni sui prezzi – inseriranno una opzione di acquisto al di sopra di una ii o una iii e contemporaneamente una azione per  vendere al di sotto di essa, e cercheranno il mercato per uscire dalla fascia di prezzo del modello. Qualunque ordine venga eseguito, l’altro ordine diventa quindi l’ ordine di stop protettivo che farebbe uscire il trader dal commercio con una piccola perdita se il mercato non agisse come previsto.

Una configurazione tipica che utilizza il modello ii è delineata da Brooks. Un ii dopo una tendenza sostenuta che ha subito un’interruzione della linea di tendenza probabilmente segnalerà una forte inversione se il mercato dovesse scoppiare contro la tendenza. Le piccole barre interne sono attribuite alla pressione di acquisto e di vendita pari. L’ordine di stop di entrata verrebbe posto  sul lato di controtendenza della prima barra del ii e l’arresto di protezione verrebbe posto oltre la prima barra sul lato opposto.

Trend

Classicamente una tendenza viene definita visivamente tracciando una linea di tendenza o da una coppia di linee di canali di tendenza – una linea di tendenza più una linea di ritorno parallela sull’altro lato – sul grafico. Queste linee inclinate riflettono la direzione del trend e collegano i massimi più alti o i minimi più bassi del trend. Nella sua forma idealizzata, una tendenza consisterà nella tendenza dei massimi più alti o dei minimi più bassi, i massimi più alti si alternano ai minimi più elevati mentre il mercato sale, e in un sell-off la sequenza di massimi più bassi (che formano la linea di tendenza) si alternano a forme di bassi più bassi con la caduta del mercato. Uno swing in un rally è un periodo di guadagno che termina a un massimo più alto (noto anche come swing high), seguito da un pull-back che termina a un livello più basso (più alto dell’inizio dello swing).

Quando il mercato interrompe la linea di tendenza, la tendenza dalla fine dell’ultima oscillazione fino alla rottura è nota come “linea di tendenza intermedia” o “gamba”. Una gamba in una tendenza è seguita da una gamba in giù, che completa uno swing. Spesso i trader di Price Action cercheranno due o tre oscillazioni in una tendenza standard.

Le gambe con tendenza contengono “spinte”, una grande barra con tendenza o una serie di grandi barre con tendenza.

Una tendenza viene stabilita quando il mercato ha formato tre o quattro segmenti consecutivi, ad esempio per un trend rialzista, massimi più alti e minimi più alti. I massimi più alti, i minimi più alti, i massimi più bassi e i minimi più bassi possono essere identificati solo dopo la chiusura della barra successiva. Identificarle prima della chiusura della barra si rischia che agisca in contrasto con le aspettative.

Un trader più alla ricerca del rischio vedrebbe la tendenza stabilita anche dopo un solo swing alto o swing basso.

All’inizio di ciò quando un operatore spera sia una tendenza rialzista, dopo il primo minimo più alto, una linea di tendenza può essere tracciata dal minimo al minimo più alto. Quando il mercato si sposta su questa linea di tendenza, ha generato un’interruzione di linea di tendenza per il trader, che da questo punto in poi ha preso in considerazione diverse ipotesi. Se il mercato si muoveva con un ritmo particolare avanti e indietro dalla linea di tendenza con regolarità, il trader darà peso alla linea di tendenza. Qualsiasi linea di tendenza significativa che vede un’interruzione significativa della linea di tendenza rappresenta uno spostamento nell’equilibrio del mercato ed è interpretata come il primo segno che i trader in controtendenza sono in grado di affermare un certo controllo.

Se l’interruzione della linea di tendenza non riesce e la tendenza riprende, le barre che causano l’interruzione della linea di tendenza ora formano un nuovo punto su una nuova linea di tendenza, che avrà un gradiente più basso, indicando un rallentamento nel rally / sell-off. Lo scenario alternativo sulla ripresa della tendenza è che acquisisce forza e richiede una nuova linea di tendenza, in questo caso con un gradiente più marcato, che vale la pena menzionare per completezza e notare che non è una situazione che presenta nuove opportunità , solo maggiori premi su quelli esistenti per i trader in trend.

Nel caso in cui la rottura della linea di tendenza sembri in realtà la fine di questa tendenza, si prevede che il mercato rivedrà questo livello di rottura e la forza della rottura fornirà al commerciante una buona ipotesi sulla probabilità della svolta del mercato di nuovo quando torna a questo livello. Se la linea di tendenza è stata interrotta da una mossa forte, è probabile che abbia interrotto la tendenza e il ritorno a questo livello è una seconda opportunità per entrare in una posizione di controtendenza.

Tuttavia, nei mercati di tendenza, le interruzioni della linea di tendenza falliscono il più delle volte. La psicologia del trader medio tende a inibire le voci con tendenza perché il trader deve “comprare alti”, il che è contrario al cliché per il trading redditizio “compra alto, vendi basso”.  Il fascino del trading contro-tendenza e l’impulso della natura umana a voler anticipare il mercato in una buona tendenza, è molto riconoscibile per il commerciante di Price Action.

Tra interruzioni della linea di tendenza o massimi altalenanti e minimi altalenanti, i trader  di Price Action osservano i segnali di forza nei potenziali trend che si stanno sviluppando, nei futures, sull’indice azionario sono gap di tendenza, oscillazioni percepibili, grande controtendenza barre (controintuitivamente), assenza di significativi superamenti delle linee di canali di tendenza, mancanza di barre di climax, poche operazioni di controtendenza redditizie, piccoli pull-back, correzioni laterali dopo interruzioni di linea di tendenza, nessuna sequenza consecutiva di chiusure dalla parte sbagliata della media mobile, barre rasate con tendenza.

Negli indici dei mercati azionari, i grandi giorni di tendenza tendono a mostrare pochi segni di trading emotivo con un’assenza di grandi barre e overshoots e questo è dovuto all’effetto delle grandi istituzioni che trasferiscono quantità considerevoli dei loro ordini nei programmi di algoritmo.

Molte delle tendenze più forti iniziano a metà giornata dopo un’inversione o una rottura da un intervallo di negoziazione. I pull-back sono deboli e offrono poche possibilità ai trader di azioni sui prezzi di entrare con tendenza. I trader di azioni sui prezzi o di fatto qualsiasi trader possono entrare nel mercato in quello che sembra essere un rally o un sell-off di uscita, ma il trading di azioni di prezzo comporta l’attesa di un punto di ingresso con rischio ridotto – pull-back, o meglio, pull- dorsi che si trasformano in fallimenti di linee di tendenza . Il rischio è che la tendenza al “run-away” non continui, ma diventi un’inversione  sfavorevole in cui gli ultimi trader che entrano nella disperazione finiscono per perdere posizioni sull’inversione del mercato. Come affermato, il mercato offre spesso voci apparentemente deboli solo durante fasi forti, ma i trader di azioni sui prezzi li prenderanno invece di fare voci indiscriminate. Senza pratica ed esperienza sufficienti per riconoscere i segnali più deboli, gli operatori aspetteranno,

 

Trend Channel

È possibile creare un canale di tendenza o di prezzo disegnando una coppia di linee di canali di tendenza su entrambi i lati del mercato: la prima linea di canali di tendenza è la linea di tendenza, più una linea di ritorno parallela sull’altro lato. La linea di ritorno di Edwards e Magee è anche conosciuta come la linea del canale di tendenza (singolare).

I canali di tendenza vengono scambiati aspettando guasti di break-out, ovvero continuando a contare sul canale di trend, nel qual caso alla chiusura di quella barra, la fermata di ingresso viene posizionata a un segno di spunta verso il centro del canale sopra / sotto la barra di break-out . Il trading con il breakout ha una buona probabilità di profitto solo quando la barra del breakout è al di sopra della dimensione media e una registrazione viene presa solo alla conferma del breakout. La conferma sarebbe data quando un pull-back dall’interruzione è terminato senza che il pull-back sia tornato alla linea di ritorno, invalidando così le linee del canale tracciate.

 

Shaved bar entry ( barra rasata)

Quando una barra rasata appare in una tendenza forte, dimostra che la pressione di acquisto o di vendita è stata costante senza alcun rallentamento e può essere presa come un segnale forte che la tendenza continuerà.

Una voce in stile Brooks che utilizza un ordine di stop w un segno di spunta sopra o sotto la barra richiederà un’azione rapida da parte del commerciante  e qualsiasi ritardo comporterà uno slittamento, specialmente in tempi brevi.

 

Linea Microtrend

Se una linea di tendenza viene tracciata sui minimi inferiori o sui massimi più alti di una tendenza , viene tracciata una linea di microtrend quando tutti o quasi tutti i massimi o minimi si allineano in un breve periodo a più barre. Proprio come i breakout di una tendenza normale tendono a fallire, come notato sopra , le linee di microtrend tracciate su un grafico sono spesso interrotte dalla successiva azione sui prezzi e spesso anche questi breakout. Un simile fallimento viene scambiato inserendo un ordine di stop di entrata 1 tick sopra o sotto la barra precedente, che si tradurrebbe in una posizione con tendenza se colpito, fornendo un basso rischio con un bersaglio sul lato opposto della tendenza canale.

Le linee di microtrend vengono spesso utilizzate nelle tendenze principali o nei pull-back e forniscono un evidente segnale in cui il mercato può sfondare per segnalare la fine del microtrend. La barra che esce da una linea di microtrend ribassista in una tendenza rialzista principale, ad esempio, è la barra del segnale e l’ordine di stop acquisto deve essere posizionato 1 segno sopra la barra. Se il mercato si trova al di sopra di quella barra di rottura, è un buon segno che la rottura della linea di microtrend non è fallita e che la tendenza rialzista è ripresa.

Continuando questo esempio, un trader rialzista più aggressivo posizionerebbe una voce di stop acquisto sopra il massimo della barra corrente nella linea microtrend e la sposterebbe verso l’alto di ogni nuova barra consecutiva, supponendo che qualsiasi rottura della linea microtrend non fallirà.

 

Spike e canale

Questo è un tipo di tendenza caratterizzato da difficile identificazione e più difficile da scambiare. Il picco è l’inizio della tendenza in cui il mercato si muove fortemente nella direzione della nuova tendenza, spesso all’inizio della giornata su un grafico infragiornaliero, e poi rallenta formando un canale di tendenza stretto che si muove lentamente ma sicuramente nella stessa direzione.

Dopo che il canale di tendenza è interrotto, è comune vedere il mercato tornare al livello di inizio del canale e quindi rimanere in un intervallo di trading tra quel livello e la fine del canale.

Un “picco di spike e canale” è il termine per uno spike e la tendenza del canale che inizia con un gap nel grafico (un gap verticale tra la chiusura di una barra e la successiva della barra aperta).

Il picco e il canale sono visti nei grafici azionari e negli indici azionari, ed è raramente riportato nei mercati forex.

 

Pull-back

Un pull-back è una situazione in cui il mercato interrompe la tendenza prevalente, o ripercorre un breakout, ma non ripercorre oltre l’inizio del trend o l’inizio del breakout. Un pull-back che prosegue ulteriormente all’inizio della tendenza o del breakout diventerebbe invece un’inversione o un fallimento del breakout.

In una tendenza lunga, un pull-back spesso dura abbastanza a lungo da formare gambe come una tendenza normale e si comporta anche in altri modi come una tendenza. Come una tendenza normale, un lungo pull-back ha spesso due gambe. I commercianti di Price Action si aspettano che il mercato aderisca alla regola dei due tentativi e aspetteranno che il mercato proverà a fare una seconda oscillazione nel pull-back, con la speranza che fallisca e quindi si giri per provare il contrario – vale a dire che la tendenza riprende.

Una tecnica di Price Action per seguire un pull-back con l’obiettivo di entrare nel trend alla fine del pull-back è quella di contare i nuovi massimi più alti nel pull-back di un trend rialzista, o i nuovi minimi inferiori nel pull-back di un orso, cioè in una tendenza rialzista, il pull-back sarà composto da barre in cui i massimi sono successivamente inferiori fino a quando il modello non viene interrotto da una barra che inserisce un valore più alto del massimo della barra precedente, chiamato H1 (High 1). L1 (Basso 1) sono l’immagine speculare nei pull-back di tendenza dell’orso.

Se l’H1 non porta alla fine del pull-back e alla ripresa della tendenza rialzista, il mercato crea un’ulteriore sequenza di barre che si abbassano, con massimi più bassi ogni volta finché non si verifica un’altra barra con un massimo che è superiore a il massimo precedente. Questo è H2. E così via fino a quando la tendenza riprende, o fino a quando il pull-back non è diventato un’inversione o un intervallo di negoziazione.

H1 e L1 sono considerati segnali di ingresso affidabili quando il pull-back è un’interruzione di linea di microtrend e l’H1 o L1 rappresenta l’errore di break-out.

Altrimenti se il mercato aderisce alla regola dei due tentativi , l’entrata più sicura nella tendenza sarà H2 o L2. Si è formato il pull-back a due gambe e questo è il pull-back più comune, almeno negli indici di borsa.

In un intervallo di negoziazione laterale del mercato, è possibile contare sia i massimi che i minimi, ma si dice che questo sia un approccio soggetto a errori, ad eccezione dei trader più esperti.

D’altra parte, in una forte tendenza, i pull-back potrebbero essere deboli e di conseguenza il conteggio di H e L sarà difficile. In una tendenza toro, possono apparire due oscillazioni verso il basso ma gli H1 e gli H2 non possono essere identificati. Il trader di Price Action cerca invece una barra di tendenza dell’orso che si formi nella tendenza e, quando è seguita da una barra con un massimo più basso ma una chiusura rialzista, prende questa come la prima tappa di un pull-back e quindi sta già cercando l’aspetto della barra del segnale H2. Il fatto che tecnicamente non sia né un H1 né un H2 viene ignorato alla luce della forza del trend. Questa azione sui prezzi riflette ciò che sta accadendo nel breve periodo di tempo ed è subottimale ma pragmatico quando altrimenti i segnali di ingresso nella forte tendenza non compaiono. Lo stesso vale per le tendenze dell’orso.

Il conteggio di Hs e Ls è un semplice scambio di azioni sui prezzi dei pull-back, facendo affidamento su ulteriori segnali di forza o di debolezza derivanti dal verificarsi di tutti o di qualsiasi segnale di azione sui prezzi, ad esempio l’azione attorno alla media mobile, double top o bottom, ii o iii modelli, barre esterne, barre di inversione, interruzioni di linea di microtrend o, nella sua forma più semplice, la dimensione delle barre di tendenza di tori o orsi tra le altre azioni. Il trader di azione del prezzo seleziona e sceglie in quali segnali specializzarsi e come combinarli.

La semplice tecnica di inserimento prevede l’inserimento dell’ordine 1  sopra la H o 1 sotto la L e l’attesa per l’esecuzione da parte della barra successiva. In tal caso, questa è la barra di ingresso e H o L era la barra del segnale e l’arresto di protezione viene posizionato con  un segno di spunta H o 1 sopra un segno L.

 

Breakout

Un breakout è una barra in cui il mercato si sposta oltre un prezzo significativo predefinito – dal trader di Price Action, sia fisicamente che solo mentalmente, secondo la propria metodologia, ad esempio se il trader ritiene che esista una tendenza rialzista, allora una linea che collega i minimi più bassi delle barre sul grafico durante questa tendenza sarebbe la linea che il trader osserva, in attesa di vedere se il mercato esplode oltre.

La vera trama o la linea mentale sulla carta generalmente proviene da uno dei classici schemi grafici . Un breakout porta spesso a una configurazione e ad un conseguente segnale commerciale.

Si suppone che il breakout preannunci la fine del precedente schema del grafico, ad esempio un breakout in una tendenza dell’orso potrebbe segnalare la fine della tendenza ribassista.

Breakout pull-back

Dopo che un breakout si estende ulteriormente nella direzione di breakout per una, due o tre barre, il mercato spesso ripercorre la direzione opposta in un pull-back, ovvero il mercato si tira indietro nella direzione del breakout. Un breakout praticabile non arretrerà oltre il precedente punto di Supporto o Resistenza che era stato sfondato.

Breakout fallito

Un breakout potrebbe non portare alla fine del precedente comportamento del mercato, e ciò che inizia come pull-back può trasformarsi in un fallimento del breakout, vale a dire che il mercato potrebbe tornare al suo vecchio schema.

Brooks osserva che è probabile che un breakout fallisca nei giorni di intervallo tranquillo, quando la barra breakout è insolitamente grande.

“Cinque tickout falliti” sono un fenomeno che è un ottimo esempio di trading di Price Action. Cinque breakout falliti sono caratteristici dei mercatidell’indice azionario . Molti speculatori commerciano con un profitto di soli quattro tick, un trade che richiede al mercato di spostare 6 tick nella direzione del trader per riempire gli ordini di entrata e di uscita. Questi trader effettueranno ordini di stop di protezione per uscire in caso di fallimento all’estremità opposta della barra di breakout. Quindi, se il mercato esplode di cinque tick e non raggiunge i loro obiettivi di profitto, il trader di Price Action vedrà questo come un breakout fallito di cinque tick e entrerà nella direzione opposta all’estremità opposta della barra di breakout per trarre vantaggio da gli ordini di arresto di uscita degli operatori in perdita.

 

Reversal bar ( Barra di inversione)

Reversal bar Barra di inversione price action trading

Una tendenza dell’orso si inverte in una barra di inversione del toro.

Una barra di inversione segnala un’inversione della tendenza attuale. Vedendo una barra di segnale, un trader lo prenderebbe come un segno che la direzione del mercato sta per cambiare.

Una barra di inversione rialzista ideale dovrebbe chiudersi considerevolmente al di sopra della sua apertura, con una coda inferiore relativamente grande (dal 30% al 50% dell’altezza della barra) e una coda superiore piccola o assente, con una sovrapposizione solo media o inferiore alla barra precedente, e avere un minimo più basso rispetto alle barre precedenti nella tendenza.

Una barra d’inversione ribassista sarebbe l’opposto.

Le inversioni sono considerate segnali più forti se il loro punto estremo è ancora più in alto o in basso di quanto la tendenza attuale avrebbe raggiunto se fosse continuata come prima, ad esempio un’inversione rialzista avrebbe un minimo che è al di sotto della linea approssimativa formata dai minimi del tendenza dell’orso precedente. Questo è un “superamento”. Vedi la sezione #Transhoover della linea del canale di tendenza.

Anche le barre di inversione come segnale sono considerate più forti quando si verificano allo stesso livello di prezzo delle precedenti inversioni di tendenza.

L’interpretazione dell’azione del prezzo di una barra di inversione del toro è così: indica che la pressione di vendita sul mercato ha superato il suo culmine e che ora gli acquirenti sono entrati sul mercato con forza e hanno preso il controllo, dettando il prezzo che sale rapidamente dal basso come l’improvvisa scarsità relativa dei venditori fa salire le offerte degli acquirenti. Questo movimento è esacerbato dai trader / scalper a breve termine che hanno venduto in fondo e ora devono riacquistare se vogliono coprire le loro perdite.

 

Trend line break (Interruzione linea tendenza)

Quando un mercato ha registrato una tendenza significativa, un trader di solito può tracciare una linea di tendenza sul lato opposto del mercato in cui raggiungono le tracce, e qualsiasi traccia indietro attraverso la linea di tendenza esistente è una “interruzione della linea di tendenza” ed è un segno di debolezza , un indizio del fatto che il mercato potrebbe presto invertire la tendenza o almeno arrestare i progressi della tendenza per un periodo.

 

Trend channel line overshoot ( Superamento linea canale di tendenza )

Un superamento della linea del canale di tendenza si riferisce allo scatto dei prezzi chiaramente fuori dal canale di tendenza osservabile ulteriormente nella direzione del trend. Un superamento non deve essere una barra di inversione, poiché può verificarsi durante una barra con tendenza. A volte potrebbe non provocare affatto un’inversione, costringerà semplicemente il trader di Price Action a regolare la definizione del canale di tendenza.

Negli indici azionari, la comune ripercussione del mercato dopo un superamento della linea del canale di tendenza è dovuta alla presa di profitto e agli operatori che invertono le loro posizioni. Più trader attenderanno alcune azioni sui prezzi di inversione. L’ondata in più che provoca un superamento è l’azione degli ultimi trader in panico per entrare nella tendenza insieme ad una maggiore attività da parte di attori istituzionali che guidano il mercato e vogliono vedere un superamento come un chiaro segnale che tutti i giocatori precedentemente non partecipanti hanno trascinato dentro. Ciò è identificato dalla barra di overshoot come barra di esaurimento ad alto volume. Non lascia continuare la tendenza e imposta l’azione sui prezzi per un’inversione.

Climactic exhaustion reversal (Esaurimento inversione climatico)

Una tendenza forte caratterizzata da più barre con tendenza e massimi alti o minimi quasi continui su un numero a due cifre di barre viene spesso interrotta bruscamente da una barra di esaurimento climatico. È probabile che dopo ciò si verifichi una traccia a due gambe, che si estende per lo stesso periodo di tempo o più della parte finale della manifestazione o svendita climatica.

 

Doppio superiore e doppio inferiore

Quando il mercato raggiunge un prezzo estremo dal punto di vista del trader, spesso si allontana dal prezzo solo per tornare di nuovo a quel livello di prezzo. Nella situazione in cui tale livello di prezzo si mantiene e il mercato si ritira nuovamente, le due inversioni a quel livello sono conosciute come bandiera a doppio orso superiore o bandiera a toro a doppio fondo o semplicemente doppio / fondo inferiore e indicano che il ritracciamento continuerà.

Brooks riporta anche che un pull-back è comune dopo un doppio top o bottom, riportando dal 50% al 95% al ​​livello del doppio top / bottom. Questo è simile al modello classico di testa e spalle.

Un trader di Price Action scambierà questo modello, ad esempio un doppio fondo, inserendo un ordine di stop acquisto sopra la barra che ha creato il secondo ‘fondo’. Se l’ordine viene riempito, l’operatore imposta un ordine di arresto protettivo sotto la stessa barra.

Doppia doppia superiore e doppia doppia inferiore

Le barre consecutive con corpi relativamente grandi, code piccole e lo stesso prezzo elevato formato nel punto più alto di un grafico sono interpretate come doppie gemelle. È vero il contrario per i gemelli a doppio fondo. Questi schemi appaiono su una scala temporale più breve di un doppio superiore o di un doppio fondo . Poiché i segnali su scale temporali più brevi sono di per sé più veloci e quindi in media più deboli, i trader di Price Action prenderanno una posizione rispetto al segnale quando viene visto fallire.

In altre parole, i gemelli doppi superiori e doppi gemelli inferiori sono segnali con tendenza, quando falliscono il doppio top o il doppio fondo del frame di tempo sottostante (segnali di inversione). Il trader di Price Action prevede che gli altri trader che fanno trading su una scala temporale più breve scambieranno il doppio massimo o doppio inferiore semplice e, se il mercato si muove contro di loro, il trader di Price Action prenderà una posizione contro di loro, inserendo un ordine di stop di entrata 1 tick sopra o sotto il fondo, con l’obiettivo di beneficiare del movimento di mercato esacerbato causato dal salvataggio di quegli operatori intrappolati.

Gemello opposto (gemello discendente o discendente)

Si tratta di due barre di tendenza consecutive in direzioni opposte con corpi di dimensioni simili e code di dimensioni simili. È un segnale di inversione quando appare in una tendenza. È equivalente a una singola barra di inversione se visualizzata su una scala temporale doppia.

Per il segnale più forte, le barre verrebbero rasate nel punto di inversione, ad esempio un ribasso in una tendenza dell’orso con due barre di tendenza con il fondo rasato sarebbe considerato più forte delle barre con la coda.

Zeppa

Un modello a cuneo è come una tendenza, ma le linee del canale di tendenza che i trader tracciano convergono e prevedono un breakout. Un modello a cuneo dopo una tendenza è comunemente considerato un buon segnale di inversione.

Intervallo di trading

Una volta che un operatore ha identificato un intervallo di negoziazione, vale a dire la mancanza di una tendenza e un massimale per il movimento verso l’alto del mercato e un pavimento per qualsiasi movimento al ribasso, il trader utilizzerà i livelli massimi e minimi come barriere che il mercato può sfondare, con l’aspettativa che le rotture falliscano e che il mercato si invertirà.

Un breakout sopra il massimo o il massimale precedente di un intervallo di negoziazione è definito un massimo più alto. Poiché i range di negoziazione sono difficili da negoziare, il trader di Price Action spesso attende dopo aver visto il primo massimo più alto e alla comparsa di un secondo breakout seguito dal suo fallimento, questo sarà considerato come un commercio ribassista ad alta probabilità, con il centro dell’intervallo come obiettivo di profitto. Ciò è favorito in primo luogo perché il centro dell’intervallo di negoziazione tenderà a fungere da calamita per la Price Action, in secondo luogo perché il massimo più alto è di qualche punto più alto e quindi offre alcuni punti in più di profitto se ha successo, e in terzo luogo a causa della supposizione che due insuccessi consecutivi del mercato in una direzione si tradurranno in una mossa negoziabile nel contrario.

Chop aka churn and barb wire

Quando il mercato è limitato in un intervallo di negoziazione ristretto e la dimensione della barra in percentuale dell’intervallo di negoziazione è ampia, i segnali di azione dei prezzi possono ancora apparire con la stessa frequenza delle normali condizioni di mercato, ma la loro affidabilità o poteri predittivi sono gravemente ridotti. Brooks identifica un modello particolare che tradisce il taglio, chiamato “filo spinato”. È costituito da una serie di barre che si sovrappongono pesantemente contenenti barre di intervallo di negoziazione.

Il filo spinato e altre forme di taglio dimostrano che né gli acquirenti né i venditori hanno il controllo o sono in grado di esercitare una maggiore pressione. Un trader di azioni di prezzo che vuole generare profitti in condizioni instabili userebbe una strategia di trading a range. Le negoziazioni vengono eseguite sulle linee di supporto o di resistenza dell’intervallo mentre gli obiettivi di profitto sono impostati prima che il prezzo sia impostato per colpire la parte opposta.

Soprattutto dopo la comparsa del filo spinato, ci si aspetta che le barre di breakout falliscano e gli operatori inseriranno gli ordini di ingresso appena sopra o sotto l’estremità opposta della barra di breakout dalla direzione in cui è scoppiato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here